I nemici della Rete

«Quando ci sono cose da sapere io non ho bisogno di Internet perché ho Letta che è un internet umano».
(Silvio Berlusconi, 4 settembre 2009)

«Basta con i blog, sono solo pieni d’insulti».
(titolo di prima pagina de “il Giornale”, 4 gennaio 2009)

«Facebook è più pericoloso dei gruppuscoli degli anni Settanta».
(Renato Schifani, 15 dicembre 2009)

«I social network si sono trasformati in pericolose armi in mano a pochi delinquenti che sfruttando l’anonimato incitano alla violenza, all’odio sociale e alla sovversione».
(Gabriella Carlucci, 14 dicembre 2009)

«Perché nessuno ha messo sotto processo internet, che pullula di lerci siti pedofili?».
(Paolo Granzotto, 11 aprile 2010)

“Io non riesco ad abituarmi al fatto che si debba apprendere ciò che accade in Italia e nel mondo solo attraverso internet”.
(Giorgio Napolitano, 9 aprile 2010)

Ecco, il libro che Arturo e io abbiamo scritto parte da queste cose, da quest’Italia qui. Non per sfotterla – è troppo facile – ma per provare un pochino a cambiare la coscienza collettiva. Per provare a contrapporre a queste un’altra frase, che abbiamo messo in testa al libro:

«La guerra a internet è una guerra contro i nostri figli»
(Lawrence Lessig, 16 marzo 2010)

Chi è interessato a questi temi, lo trova da oggi in libreria.

Scritto mercoledì, 22 settembre, 2010 alle 11:26 nella categoria Senza Categoria. Puoi seguire i commenti a questo post attraverso il feed RSS 2.0. Puoi lasciare un commento, o fare un trackback dal tuo sito.
Annunci

, , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: