Mussolini: l’ultima intervista


.
.
:-:-:-:-:-:-

Ho inserito questo video per mettere in evidenza che spesse volte chi parla di democrazia o ha interesse per le condizioni economiche del popolo o parla affinché la nazione e società stessa ha cui appartiene si sviluppi e migliori le condizioni sia economiche che sociali; se da una parte un “Capo Popolo” o chi decide di “Condurlo” ha tutte le buone intenzioni nel suo agire, dall’altra ha lungo termine tale proposito va a farsi letteralmente fottere. Nel breve periodo pare che vada tutto bene ma poi, tirando le somme in un lungo periodo di potere oltre ad aggiungersi altri problemi e contraddizioni non si vedono migliorie democratiche. Il popolo è’ come “Sedotto”. Il Popolo si ritrova sedotto e abbandonato. Ecco perché una buona democrazia deve avere in se un turnover (un ricambio) costante di “Capi Popolo”.
Ma non soltanto devono cambiare i politici ma anche un certo modo di concepire lo Stato, l’Economia e la Politica stessa. La democrazia vive in salute se ci si alterna tra uno schieramento di destra con quello di sinistra, tra progressisti e conservatori. Le idee “Contrapposte” riguardanti la politica, l’economia il concetto di Stato devono patteggiare per alternarsi volta per volta, così dicasi dei leader che volta per volta si presentano.
Ci deve essere uno strato “Culturale” che investe tutti quelli che decidono (come una sorta di vocazione) di fare politica. Questa “Cultura” investe ed aliena in se anche ciò che  chiamiamo “Morale”.
Oggi però, da ormai molti anni, (e Berlusconi non c’entra nulla) non c’è “Cultura” della “Politica” tutto viene ridotto a “Fattore Morale”. Come se fosse un moralismo fare politica ed è per questa “Morale” che la maggior parte dei politici di oggi sono sotto inchiesta da una strana forma di moderna e democratica “Inquisizione Giudiziaria”……Ma questo è un altro discorso che riprenderò più in la.

Annunci

, ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: